10 idee per rendere la tua cucina di lusso

La cascata di quarzo 

Foto di Melanie Olmstead 

Cos’è una cascata ? È semplicemente il prolungamento del bancone ai lati dell’isola. È un articolo indispensabile in una cucina di fascia alta, poiché aggiunge un bellissimo elemento di design e si adatta agli arredamenti di tutti gli stili. Anche se il quarzo è un materiale d’elezione per la realizzazione di una cascata – è un materiale molto utilizzato nelle cucine di fascia alta – il granito, il marmo o il Dekton possono essere altrettanto adatti, e questo a seconda del tipo di rivestimento superficiale che avete scelto in precedenza per i tuoi contatori

2. Una cappa integrata

Fonte: backsplash

La cappa, posizionata sopra il piano cottura, è spesso il punto focale della cucina. Non bisogna quindi trascurare la sua disposizione e l’integrazione nell’arredamento ! Esistono diversi modi per trasformare questo elemento essenziale e renderlo un incredibile elemento decorativo, attraverso diversi tipi di finiture e forme. Nell’ambito del suo lavoro, l’interior designer presta sempre particolare attenzione alla progettazione della cappa durante la ristrutturazione di una cucina al fine di garantire un risultato progettuale e visivo vincente, proprio come i gusti del cliente e lo stile elaborato. Ad esempio, l’esterno della cappa può essere lavorato ad arco o rivestito in ceramica, che consente di incorporare colori e texture nell’arredamento. Alla fine, quando si tratta di rivestire una cappa da cucina, il limite è solo la fantasia.

Bonus : la presina sotto il cofano non è solo chic, ma molto pratica per riempire d’acqua i calderoni. È molto carino e può facilmente abbinarsi al resto dei rubinetti della cucina.

3. Il contatore Dekton

Fonte distribuzionestraco.ca

Il Dekton è un materiale relativamente nuovo e ancora poco conosciuto, ma che merita di essere scoperto ! Questa è l’opzione perfetta per chi desidera una cucina di fascia alta e ama cucinare molto senza doversi sempre preoccupare di prestare attenzione ai banconi.

Dekton è un materiale ultracompatto. È resistente al calore, agli sbalzi termici, ai graffi, ai raggi UV e alle macchie. Non contiene resina né principio attivo. Questo materiale prodotto in fabbrica non si altera nel tempo ed è molto malleabile, mentre vengono costantemente create nuove opzioni per finiture, installazioni e layout. La collezione 4 mm introduce così un nuovo modo di utilizzare Dekton, allora riservato a pavimenti e banconi, per realizzare ante e cassetti per cucine e bagni. Ciò significa che una cucina potrebbe essere realizzata quasi interamente in Dekton e quest’ultima potrebbe essere allestita con ferramenta di qualità per ottenere, alla fine, una cucina di altissima gamma e altamente resistente.

Sono tre le finiture di Dekton, « Xgloss », « Ultratexture » e « Ultramatte », che possono essere mixate nello stesso progetto. Le possibilità sono davvero numerose con Dekton, che consente a designer e designer di cucine di dare libero sfogo alla propria immaginazione !

Bonus : Dekton è la scelta perfetta per creare una cucina outdoor di fascia alta grazie alla sua elevata resistenza ai raggi UV e alle intemperie.

4. Quincaillerie de fascia alta

Fonte Richelieu e Blum

Forse la ferramenta non è sempre il primo elemento che viene in mente quando si allestisce una cucina o l’elemento più visibile in una stanza, ma fa assolutamente la differenza ! Quando si progetta una cucina di fascia alta, infatti, è necessario tenere presente tutti i dettagli hardware, dall’esterno all’interno dei mobili. Non c’è niente di più esclusivo che avere una cucina bella sotto ogni aspetto, anche quando si aprono i cassetti. Che si tratti di ante e cassetti che si chiudono da soli e non fanno rumore, di ante scorrevoli e di accessori che massimizzano lo spazio nella nostra cucina, la ferramenta è una componente importante di ogni progetto ! Non dovremmo inoltre trascurare l’impatto che può avere un buon hardware decorativo di fascia alta, come maniglie e pomelli, che permetteranno alla cucina di sopravvivere negli anni senza subire troppe alterazioni e danni.

Ti invito a consultare l’articolo del mio blog sull’hardware della cucina e i consigli per lo stoccaggio, ti darà diverse idee quando progetterai la tua cucina con l’aiuto di un designer di interni o di un progettista di cucine. 

5. Illuminazione

Fonte: homelisty.com

Ci sono due tipi di illuminazione che devono essere presenti in una cucina: l’illuminazione di servizio e l’illuminazione decorativa. L’illuminazione, infatti, non è più solo utilitaristica, è anche decorativa e influenza l’atmosfera, lo spazio e l’aspetto che vogliamo dare ad una stanza. Ecco perché l’illuminazione è un elemento molto importante quando si vuole realizzare un progetto di cucina di fascia alta. Non basta vedere solo i materiali, bisogna anche potersi sentire bene nella stanza, qualunque sia l’atmosfera desiderata (calda, lussuosa o moderna). L’illuminazione sarà in grado di far provare emozioni diverse a chi entra nella stanza. È così importante rifinire bene un progetto, è uno dei ritocchi finali essenziali.

Gli apparecchi di illuminazione decorativa sono semplici lampade a sospensione, lampadari o plafoniere che si posizionano sopra l’isola, sulle pareti o sopra il tavolo. Queste luci non solo completeranno il design desiderato, ma rafforzeranno anche l’illuminazione dei servizi. Spesso è anche giocando con l’illuminazione decorativa che riusciremo a creare l’atmosfera desiderata per la cucina: una lampadina bianca forte non dà lo stesso effetto di una luce gialla tenue. 

L’illuminazione di servizio sarà invece costituita, tra l’altro, da plafoniere ad incasso o da strisce luminose a led poste sotto i pensili per illuminare i banconi. Sempre più aziende dispongono di nuovi sistemi di illuminazione per le cucine. Esistono anche tutti i tipi di illuminazione pensati per i diversi spazi della cucina, compresi i sistemi che illuminano l’interno dei cassetti utilizzando un rilevatore di movimento o fili luminosi a LED che si illuminano sotto i calci o altrimenti sopra i mobili.

È anche possibile che l’illuminazione combini aspetti decorativi e utilitaristici, come spesso accade con i lampadari posizionati sopra l’isola o le strisce posizionate sotto o sopra i mobili.

6. Tecnologia

Al giorno d’oggi, con tutti i progressi tecnologici in tutti i settori, è impensabile avere una cucina di fascia alta senza integrare alcuni elementi all’avanguardia, alcuni dei quali possono essere controllati tramite uno smartphone! Dopo i sistemi di sicurezza, le serrature e le luci, perché non continuare il valzer tecnologico in cucina?

Diversi dispositivi tecnologici possono semplificarci la vita in cucina, come i rubinetti con sensore di movimento o le tapparelle elettriche controllabili con un joystick o un telefono. Anche tutte le luci della stanza, comprese le luci ambientali come quelle sul piede d’appoggio, sull’alzatina o anche sopra i mobili, possono essere controllate tramite applicazioni.

Ora troviamo anche tecnologie legate alla ferramenta nelle cucine. Ad esempio, esiste un hardware per l’apertura degli armadi verso l’alto controllato da un pulsante. Questo meccanismo è super pratico: i mobili posizionati in alto possono essere chiusi facilmente. Pertanto, lo spazio che potrebbe essere andato perso a causa di un accesso difficile diventa spazio di archiviazione aggiuntivo. Stesso principio per i cassetti: esistono anche meccanismi tecnologici che facilitano la chiusura dei cassetti. Pratico quando hai le mani occupate! 

Ci sono sempre più tecnologie disponibili per la cucina, quindi come interior designer devi stare sempre alla ricerca di queste nuove tendenze per offrire il meglio ai nostri clienti!

7. I dettagli

Foto di Melanie Olmstead 

Piccoli dettagli, come modanature interessanti, decorazioni murali, accenti di colore o texture o dettagli del soffitto, fanno la differenza in un arredamento. Oltre a completarlo, contribuiscono a rafforzare lo status di fascia alta di una cucina. È compito del designer pensare a tutti questi elementi che porteranno il progetto ad un altro livello, letteralmente.

Sono tanti gli elementi che potrebbero far parte di questa categoria, ecco allora qualche spunto per dettagli che potrebbero risultare interessanti per valorizzare l’arredamento della vostra cucina: nicchie, mensole, travi (vere o finte!), modanature sull’isola, parete o soffitto. Puoi includere anche la carta da parati se lo spazio è aperto ed è in continuità con le altre stanze. Anche le texture sono sempre apprezzate e possono assumere varie forme: carta da parati, falda di nave, intonaco o pelle di cemento, sono tante le tecniche che possono dare una finitura strutturata a una parete o a un soffitto. Esistono dettagli per tutti gli stili. Il trucco da tenere a mente è non lasciare lo spazio visivo incompiuto e dimenticato. Ogni dettaglio della stanza deve essere stato pensato! Osserviamo ogni angolo e ogni parete e ci poniamo la domanda: cosa potrei fare in questa zona specifica per valorizzare lo stile e completare il design della cucina?

8. Una dispensa walk-in

Fonte: chrissymarieblog.com/cotemaison.fr /camillestyles.com

La cabina dispensa è un’ottima aggiunta alla cucina se lo spazio lo consente. Naturalmente è molto utile per conservare gli alimenti, ma è anche molto pratico per liberare i ripiani da alcuni piccoli elettrodomestici come il tostapane o la macchina del caffè. Ti permette di avere ulteriore spazio di archiviazione e creare una zona colazione per la famiglia senza che la cucina sembri disordinata ogni mattina!

La cabina dispensa ti permette anche di avere vicino alla cucina oggetti che altrimenti non avresti necessariamente, come un secondo frigorifero, un congelatore aggiuntivo o una grande quantità di cibo secco. Si adatta in base alle esigenze di una famiglia! Se ti piace intrattenersi in un ampio open space e le dimensioni della stanza lo consentono, la cabina dispensa potrebbe dover integrare anche dei piani di lavoro, dove la preparazione di determinati piatti o alimenti potrebbe essere effettuata direttamente, fuori dalla vista.

9. Una cantina

Fonte: Les Portes Boréales

Ormai vediamo le cantine in quasi tutte le nuove cucine: sono un piccolo elettrodomestico che spesso viene integrato durante la ristrutturazione di una cucina.

Ma si può fare di più. Un modo più originale per integrare una dispensa è farlo dietro una vetrata, sia lungo un muro, come un’opera d’arte, sia per creare una divisione tra due stanze, ad esempio tra la cucina e la sala da pranzo. Una tale disposizione non chiude completamente lo spazio, rimane piuttosto aperto, ma consente una certa intimità da una stanza all’altra. Questo può essere pratico quando si organizzano cene più formali nella sala da pranzo, dove non si vuole necessariamente vedere i piatti preparati in cucina. Più la dispensa è grande e integrata nel design, più contribuisce a creare l’effetto wow tanto ricercato quando si progetta una cucina di fascia alta. Se si trova in una stanza attigua, come il corridoio o la sala da pranzo, aiuta a portare l’effetto lussuoso dalla cucina alle altre stanze della casa.

10. Elettrodomestici e rubinetteria

Foto di Mélanie Olmstead

La tendenza attuale è quella di nascondere il più possibile alcuni elettrodomestici, come la lavastoviglie o il frigorifero, che sono da incasso e che sono rivestiti con la stessa finitura del resto della cucina o dei mobili che li circondano. Se non puoi coprire la lavastoviglie, prova a scegliere un luogo in cui non sia troppo visibile. Ad esempio, può essere nascosto dall’isola. Per quanto riguarda la stufa, può essere nera o bianca e armonizzarsi con i colori e i materiali utilizzati nella stanza. Devi solo tenere presente che un forno con una bella cappa può davvero creare un effetto wow!

Un’altra opzione per i fornelli che può essere interessante: avere piano cottura e forno separati può anche avere un effetto high-end. In questo caso potresti avere qualche opzione aggiuntiva, come un piano cottura a induzione o due forni da incasso uno sopra l’altro. Avere due forni sembra decisamente lussuoso ed è altrettanto pratico quando sei una persona che cucina molto o ama intrattenere! 

Per quanto riguarda i rubinetti, la moda è quella di grandi rubinetti da cucina a vista, tutti gli stili combinati. Quindi vogliamo puntare su prodotti di qualità, durevoli e soprattutto molto belli! Questi sono gli accessori di utilità più visti e utilizzati in cucina, per questo è importante fare una scelta oculata quando arriva il momento di progettare la nostra cucina.

Per concludere, come avete letto sopra, ci sono diversi consigli che possono rendere una cucina di fascia alta, sia attraverso la scelta dei materiali (finitura Dekton, ferramenta, rubinetteria, elettrodomestici, ecc.) sia attraverso l’integrazione di dettagli che rendono l’ambiente spazio più lussuoso (cappa coperta, cascata di quarzo , dispensa, cabina dispensa, lampadari, apparecchi tecnologici) e che sono essenziali in un simile arredo.

Quando arriva il momento di creare quello spazio lussuoso, vale la pena lavorare con un designer d’interni, che sarà in grado di creare lo spazio dei tuoi sogni senza dimenticare alcun dettaglio estetico o tecnico. Un interior designer, infatti, ti permetterà di portare oltre la tua visione iniziale e di creare, insieme a te, una cucina unica e personalizzata, che soddisfi le tue esigenze e corrisponda ai tuoi gusti. Inoltre, un interior designer lavora spesso con gli stessi team, il che ti permetterà di avere persone di cui ti fidi per realizzare il tuo progetto, oltre a un’ampia scelta di finiture e materiali che potrà abbinare a te. 

Leave a Comment