Non sprecare l’acqua di cottura dei ceci: 3 fantastiche ricette da preparare con l’Aquafaba.

Sarai stupito di scoprire quanto sia versatile l’acqua di cottura dei ceci, conosciuta come aquafaba. Questo liquido, ricco di proteine e senza glutine, è ampiamente utilizzato nelle ricette a base vegetale come alternativa alle uova. Inoltre, è un’ottima soluzione per ridurre gli sprechi alimentari. Ecco alcune idee creative su come sfruttarlo al meglio.

Se preferisci acquistare ceci secchi e cuocerli tu stesso, otterrai un liquido leggermente giallastro e denso dopo la cottura. Questo liquido, noto come acquafaba, può essere un prezioso alleato in cucina, specialmente per preparare piatti vegetariani o vegani. Non sprecarlo ! Scopri alcuni suggerimenti su come riutilizzarlo in modo creativo e gustoso per arricchire le tue ricette.

Sommario

Ecco una ricetta per utilizzare l’acqua di cottura dei ceci come sostituto delle uova :

L’aquafaba, unione delle parole acqua e fagioli, costituisce un intrigante sostituto dell’uovo. Con soli 3 cucchiai di aquafaba, è possibile sostituire un intero uovo nelle proprie ricette culinarie. Inoltre, questo liquido derivato dai ceci monta molto bene, quindi circa 2 cucchiai di aquafaba possono sostituire un albume d’uovo.

Ingredienti per un’aquafaba anti-spreco :

Una parte di ceci viene solitamente cotta in 2,5 parti di acqua.

  • 200 g de ceci
  • 500 ml d’eau

Utensili da portare :

  • Una grande insalatiera
  • Uno scolapasta
  • Una casseruola o una pentola capiente con coperchio
  • Un barattolo grande ed ermetico
  • Barattoli con coperchio

Fasi di preparazione :

1/ Versa i ceci secchi in una ciotola capiente e coprili con un grand volume d’acqua in modo che rimangano in ammollo per 24 ore o per tutta la notte. Puoi farlo prima di andare a letto.

2/ Innaffia le tue piante con l’acqua di ammollo e poi versa i ceci in una casseruola o in una casseruola capiente, in un volume d’acqua di circa 500 ml.

3/ Cuocere prima a fuoco alto e fuoco basso o basso durante le prime ebollizioni. Cuocete per circa 30-40 minuti, fino a quando i ceci saranno teneri, ma ancora sodi (potrebbero schiacciarsi leggermente con una forchetta).

4/ Versate i ceci con la loro acqua di cottura in un barattolo ermetico. Chiudere il coperchio e conservare in frigorifero per una notte.

5/ La consistenza dell’acqua dei ceci si addenserà e assumerà un aspetto leggermente viscoso.

6/ Usate i ceci per cuocere il piatto che preferite e conservate l’acqua di cottura in piccoli vasetti per chiudere.

E il gioco è fatto, hai fatto la tua aquafaba ! Usalo per sostituire le uova in tutte le tue ricette di cucina.

jus de pommes pelures épluchures bocal confiture recette
©Anshu A/Unsplash

Consigli per la preparazione e la conservazione:

L’aquafaba si conserva in frigorifero per una settimana. Può anche essere ottenuto cuocendo i ceci a vapore. In alternativa, è possibile decidere di congelare il liquido di cottura dei ceci per conservarlo più a lungo (circa 2 mesi). Un suggerimento utile: prima di mettere l’aquafaba nel congelatore, versare il liquido di cottura negli stampi per cubetti di ghiaccio.

A seconda della consistenza desiderata, è possibile riscaldare l’aquafaba in una pentola per addensarla. L’aquafaba delle lattine di ceci acquistate in negozio spesso ha una consistenza molto densa, poiché i legumi rimangono in ammollo per un po’ di tempo. Questo può essere un’alternativa occasionale per ottenere una meringa molto compatta, utile quando non si ha tempo per cucinare i ceci.

vegan cuisine meringues jus de pois chiches recette facile
©Iryna Mariiechko/iStock

L’importanza del tempo di ammollo dei ceci per la riuscita dell’aquafaba

Come accade per fagioli rossi e neri, fagioli di Lima e altre fave, anche i ceci devono essere reidratati prima della cottura. Questo rende più facile rimuovere la sottile pellicola che li ricopre (ma puoi anche scegliere di conservarla). L’ammollo permette anche di ridurre notevolmente l’amido della leguminosa, rendendola quindi più digeribile.

Esistono diverse tecniche di ammollo dei ceci:

– Ammollo a lunga durata (il più consigliato), per una notte in una ciotola. Calcola circa 2 litri d’acqua per 550 grammi di ceci secchi.
– Ammollo a breve durata, in una pentola portata a ebollizione, quindi coperta per 1 ora fuori dal fuoco.
– La tecnica del microonde (se disponibile): 15 minuti in una ciotola d’acqua, quindi coperta per 1 ora fuori dall’apparecchio.

Non dimenticare di sciacquare i ceci dopo l’ammollo, indipendentemente dal metodo utilizzato.

Eau de cuisson des pois chiches cuisine substitut oeuf

©Vaaseenaa/iStock

5 idee di ricette a base vegetale con acqua di cottura dei ceci

La cucina a base vegetale è molto inventiva, poiché deve attingere alle sue risorse per trovare alternative ai prodotti animali. Bonus: cucina più sana, più etica e più ecologica, che è anche più economica! Ecco alcune idee di ricette adatte a vegetariani e vegani, e a chiunque sia sensibile agli sprechi alimentari, per riutilizzare l’acqua di cottura dei ceci.

1/ Meringhe vegane riutilizzando il fondo di cottura dei ceci

Le meringhe sono probabilmente i dolci più facili da preparare con il succo di ceci. Niente paura, il sapore dei ceci è quasi impercettibile!

Ingredienti:

  • 100 g di acqua di cottura dei ceci
  • 200 g zucchero a velo

Utensili da portare:

  • Uno sbattitore elettrico
  • Una grande insalatiera
  • Una spatola
  • Una sac à poche riutilizzabile

Fasi di preparazione:

1/ Preriscaldate il forno a 100°C.

2/ In una ciotola, versate il fondo di cottura dei ceci (aquafaba), e montatelo con le fruste elettriche, come se stessimo montando le uova a neve.

3/ Quando il succo sarà lievitato, aggiungete lo zucchero a velo poco alla volta continuando a mescolare con un mixer.

4/ Il composto deve addensarsi bene e assumere una consistenza cremosa e densa.

5/ Quando il composto si attacca bene alla frusta dell’impastatrice, è pronto!

6/ Trasferisci il composto in una sac à poche riutilizzabile usando la spatola.

7/ Disponete le meringhe una ad una su una teglia da forno, quindi infornate per circa 1 ora.

8/ Sfornate le vostre meringhe vegetali e buon appetito!

meringues maison aquafaba pois chiches
©Simon Doggett/Flickr

2/ Una ricetta per pancake vegani leggeri e gourmet

Se l’avessi saputo prima, non avresti buttato via quell’acqua di cottura! Eccolo, riutilizzato sapientemente per il più grande piacere dei buongustai…

Ingredienti:

  • 100 ml di succo di ceci
  • 100 ml di latte vegetale
  • 150 g di farina
  • 5 cucchiai di zucchero di canna
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Un cucchiaio di amido di mais
  • L’equivalente di una bustina di lievito (potete usare anche il bicarbonato di sodio, ma attenzione, non più di un cucchiaio o uscirà il sapore salato)
  • 2 cucchiai di olio vegetale neutro

Utensili da portare:

  • insalatiere grandi
  • Uno sbattitore elettrico
  • Una padella per pancake
  • Una spatola e un mestolo

Fasi di preparazione:

1/ In una ciotola capiente, versate la farina, il lievito, lo zucchero e l’amido di mais e mescolate bene.

2/ Incorporare il latte vegetale, l’estratto di vaniglia e l’olio, continuando a mescolare.

3/ Una volta che la pastella è ben amalgamata, versare il fondo di cottura dei ceci (aquafaba) in un’altra ciotola.

4/ Montate il succo con uno sbattitore elettrico; Questo potrebbe richiedere alcuni minuti (leggermente più a lungo rispetto alla montatura degli albumi).

5/ Una volta che il succo è lievitato, aggiungilo alla pastella.

6/ Mescolare accuratamente con una spatola, in modo da non rompere la schiuma.

7/ Una volta che il composto è omogeneo, scaldare una padella unta d’olio.

8/ Quando la padella si sarà riscaldata, versate un mestolo di pastella.

9/ La pastella formerà delle bolle su tutto il pancake, quando ci sono bolle ovunque, capovolgere il pancake e cuocerlo dall’altro lato.

10/ Togliete il pancake dalla padella e mettetelo su un piatto.

11/ Ripetere il processo fino ad esaurire l’impasto.

Puoi gustare i tuoi pancake vegani con marmellata, crema spalmabile fatta in casa o panna montata (con succo di ceci – vedi prossima ricetta)!

Pancakes vegan cuisine recette jus de pois chiche
©Tabeajaichhalt/Pixabay

3/ Una leggera panna montata con l’acqua di cottura dei ceci

Questa ricetta semplice e facile è simile alle meringhe. Una leggera panna montata vegetale per accompagnare i tuoi gelati, dessert, torte e pancake!

Ingredienti:

  • 130 ml di succo di ceci
  • 110 g zucchero a velo
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Un cucchiaino di succo di limone biologico

Utensili da portare:

  • Uno sbattitore elettrico
  • Una grande insalatiera
  • Una spatola

Fasi di preparazione:

1/ In una ciotola versate il succo di ceci con lo zucchero, la vaniglia e il succo di limone.

2/ Con le fruste elettriche, frullate fino ad ottenere una schiuma densa e abbastanza soda.

3/ Potete assaggiare la panna montata e aggiungere limone, vaniglia o zucchero secondo i vostri gusti.

4/ Una volta terminata la preparazione, mangiatela come una classica panna montata, per accompagnare tutti i vostri dolci!

4/ Ricetta mousse al cioccolato senza uova, con sugo di cottura dei ceci

La mousse al cioccolato è un dolce molto apprezzato da grandi e piccini. Questo classico della cucina dolce può essere facilmente rivisitato con l’aquafaba. Ecco una ricetta di mousse vegana al cioccolato, leggera e gourmet!

Ingredienti per circa 4 stampini di mousse al cioccolato:

  • 100 g di pasta frolla al cioccolato fondente (puoi trovare le pastiglie nel tuo negozio sfuso/zero waste)
  • 150 ml di succo di ceci
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna

Utensili da portare:

  • Uno sbattitore elettrico
  • Una grande insalatiera
  • Una casseruola e una ciotola per il bagnomaria
  • Una spatola
  • stampini

Fasi di preparazione:

1/ Versate il succo di ceci in una ciotola e sbattetelo fino a quando non si formeranno dei picchi ben saldi con un mixer, incorporando delicatamente lo zucchero (questa operazione potrebbe richiedere diversi minuti).

2/ Una volta che la mousse è ben rappresa (non deve gocciolare quando si rovescia il piatto), sciogliere il cioccolato a bagnomaria.

3/ Incorporare il cioccolato fuso nella mousse aiutandosi con una spatola. Distribuitela bene su tutta la mousse, mescolando delicatamente.

4/ Riempite gli stampini dividendo il composto.

5/ Lasciare stabilizzare in frigorifero per almeno 1 ora.

Esci e goditi la tua mousse al cioccolato a base vegetale!

Mousse au chocolat
©ElodiV/Pixabay

5/ Mousse di avocado salato, ceci e aquafaba

Dopo la dolce mousse al cioccolato, ecco la sua versione salata! D’altra parte, riservate questa ricetta atipica per le occasioni speciali: a meno che non abbiate un albero di avocado in casa, gli avocado non crescono alle nostre latitudini…

Ingredienti:

  • 1 o 2 avocado
  • 150 ml di acqua di cottura dei ceci
  • 120 g di ceci cotti interi
  • Il succo di un limone
  • Un cucchiaio di olio d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • Qualche rametto di erba cipollina
  • Un pizzico di sale e un pizzico di pepe di Caienna (facoltativo))

Utensili da portare:

  • Uno sbattitore elettrico
  • insalatiere
  • Un frullatore
  • Una spatola
  • Una ciotola capiente o 2 o 3 stampini

Fasi di preparazione:

1/ Versate il succo di ceci in una ciotola e montatelo a neve ferma con le fruste elettriche (potrebbero volerci qualche minuto).

2/ Una volta che il fondo di cottura si sarà alzato, mettere da parte.

3/ Nella ciotola di un frullatore, versare gli avocado, i ceci cotti, gli spicchi d’aglio sbucciati, l’olio d’oliva, il sale, il peperoncino e il succo di limone e frullare.

4/ Togliete il composto dal frullatore e incorporatelo delicatamente alla mousse di ceci con una spatola.

5/ Mescolare bene, molto delicatamente, in modo che il composto sia omogeneo e non perda la sua consistenza cremosa e leggera.

6/ Aggiungere l’erba cipollina tritata, versare in una ciotola o negli stampini da presentazione.

7/ A seconda dei vostri gusti, gustate a temperatura ambiente o lasciate riposare per un’ora in frigorifero.

©Arx0nt/iStock

Come scegliere i ceci giusti?

Di origine mediterranea, i ceci sono in ascesa in Occidente, che li ha scoperti ben dopo l’Asia e l’Oriente (gli intenditori di cucina orientale non diranno il contrario). Per la gioia del pubblico a rifiuti zero, è ora facile trovare ceci francesi sfusi, coltivati nel sud della Francia tra luglio e ottobre, la loro stagione di punta. Esistono diverse centinaia di tipi di semi di ceci, ma due varietà si distinguono per il consumo:

  • Il cece Kabuli, con grossi chicchi lisci e di colore beige. Questo tipo di fagiolo è il più coltivato in Europa.
  • Il cece Desi, con piccoli chicchi verdi o rugosi più scuri. Questa varietà è coltivata principalmente in Africa, India e Asia, ma molto poco in Francia. Quindi non c’è bisogno di essere testardi, Kabuli rimane il cece più verde dei due!

Per scegliere i ceci giusti, evita i chicchi troppo scuri o rugosi, che richiederanno tempi di cottura più lunghi e daranno un gusto più insipido.

Per una volta, scegli i ceci coltivati biologicamente per beneficiare di tutti i loro benefici per la salute e rispettare il pianeta nel suo insieme.

sac vrac pois chiche zéro déchet
©Pexels

Preparare conserve di ceci fatte in casa

Sapete quanto tempo ci vuole per mettere in ammollo e poi cuocere i ceci. Anche se l’operazione non è molto complicata (basta immergere i fagioli prima di andare a letto), è facile dimenticarsi rapidamente di metterli in ammollo o non avere abbastanza tempo per cuocerli, e quindi utilizzare la famosa aquafaba.

Quindi, per non rimanere mai più senza aquafaba per i tuoi piatti e dessert vegani ed evitare di accumulare barattoli acquistati in negozio per capriccio/stress, perché non preparare le tue conserve di ceci pronte da cuocere?

Per fare questo, è sufficiente mettere in ammollo i ceci secchi in acqua pulita per 12 ore, sciacquarli, quindi trasferirli in un barattolo, coprendoli con acqua salata. Sterilizzate il tutto in acqua bollente per 1 ora e 30 minuti, e voilà, le vostre lattine di ceci sono pronte, utilizzabili per almeno un anno!

Bocaux verre pois chiche conserve vrac
©TWPhotography/iStock

Quando sai quanto puoi fare con l’acqua di cottura dei ceci, sarebbe un peccato buttarla via! Esistono infatti molte altre ricette, sia dolci che salate, per riutilizzare questo sugo di cottura. Abbastanza per fare la felicità di tutti i buongustai che hanno a cuore la propria linea! Sì, perché con aquafaba ci si sente subito più leggeri…

E voi, conoscete qualche altra ricetta anti-spreco riutilizzando il sugo di cottura dei ceci? Condividi con noi la tua esperienza a rifiuti zero nei commenti!