Piantare l’aglio in casa : come fare ?

È possibile coltivare l’aglio in casa ?
Coltivare l’aglio in casa

La coltivazione dell’aglio in casa è possibile e relativamente semplice. Ecco alcuni passaggi da seguire :

1. Assicurati che il vaso abbia un foro di drenaggio sul fondo per evitare ristagni d’acqua.
2. Posiziona la pianta in un luogo luminoso dove possa beneficiare dei raggi del sole.
3. Evita di mettere la pianta in un ambiente troppo umido, poiché l’aglio non tollera l’eccesso di acqua.

Tuttavia, la coltivazione dell’aglio in casa presenta alcune limitazioni. Le piante indoor non si svilupperanno in veri e propri bulbi come farebbero in campo aperto. Tuttavia, è possibile raccogliere le foglie di aglio, che possono essere utilizzate per condire insalate, zuppe, fritture e molte altre ricette per aggiungere sapore e aroma.

Come far crescere l’aglio in acqua ?

Coltivare l’aglio in acqua

piantare aglio in acqua – Fonte : spm

Se vivi in un appartamento o non hai spazio per coltivare l’aglio nel tuo giardino, il nostro metodo intelligente è un’ottima alternativa. Segui la guida per vedere come farlo :

  1. Selezionare gli spicchi d’aglio giusti : questo è un passaggio obbligato, cari lettori ! Optare per i baccelli germogliati (quelli con un piccolo bottone verde in alto). Altrimenti dovrai prendere un bulbo intero e tagliare l’estremità appuntita con un coltello.
  2. Prepara il tuo contenitore : muniti di una ciotola di vetro trasparente (per monitorare la germinazione della tua pianta) che possa contenere circa 250 g di acqua.
  3. Separare i bulbi dell’aglio in singoli spicchi: posizionare ogni spicchio (con la sua buccia) lungo le pareti del contenitore, avendo cura che l’estremità appuntita o germogliata sia rivolta verso l’alto.
  4. Aggiungi acqua: riempi il contenitore con acqua tiepida, quanto basta per coprire il fondo dello spicchio d’aglio. È importante non immergerli, perché rischiano di morire!
  5. Aspetta un po’: posiziona il contenitore in un luogo soleggiato per circa una settimana. Ma non dimenticare di sostituire l’acqua se necessario. Se la parte superiore dei baccelli inizia a cambiare colore e diventa brunastra, posiziona la ciotola lontano dalla luce solare diretta per 1 o 2 giorni.
  6. Raccogliere i germogli dell’aglio: una volta che le giovani piantine raggiungono almeno 8 cm di altezza. Tagliateli con le forbici. Detto questo prendetene solo la quantità che vi occorre perché perdono velocemente il loro sapore. Tieni inoltre presente che dopo il primo raccolto il tuo aglio sicuramente non produrrà più germogli.
  7. Divertimento: con questi semplici passaggi, ora puoi goderti il ​​tuo aglio per le tue esigenze culinarie!

Ecco un video che ti guiderà passo dopo passo:

Come far crescere l’aglio da uno spicchio?

Le verdure vengono solitamente coltivate dai semi, ma per coltivare l’aglio basta piantare i singoli spicchi! Consulta la nostra guida per mostrarti come farlo:

  1. Per iniziare, taglia la metà inferiore di un fusto da 5 litri e fai 4 fori sul fondo.
  2. Riempi il vaso con il terreno per le piantine e fai 3 fori profondi circa 10 cm.
  3. Rimuovere con attenzione 3 spicchi d’aglio dall’acqua, facendo attenzione a non danneggiare le radici.
Spicchio d'aglio con radici - Piantare l'aglio

Spicchio d’aglio con radici – Fonte: spm

  1. Quindi, tagliare leggermente le radici, a circa 3 cm dal gambo.
  2. Inserisci uno spicchio per buco (con il gambo rivolto verso l’alto) e coprilo con un po’ di terra.
  3. Versa l’acqua dalla ciotola in cui si trovavano gli spicchi o la testa d’aglio nella nuova pentola.
Coltivare l'aglio in una lattina da 5 litri - piantare l'aglio

Coltivazione dell’aglio in contenitore da 5 litri – Fonte: spm

  1. Tutto quello che dovete fare è aspettare qualche settimana, cari lettori, e il vostro aglio in vaso sarà pronto da mangiare!

Puoi anche utilizzare questa tecnica per piantare l’aglio direttamente nel terreno del tuo giardino.

Quando e come piantare l’aglio all’aperto?

Se vuoi piantare l’aglio con successo è fondamentale seguire un programma metodico e ben definito! Va quindi notato che l’aglio richiede generalmente un periodo freddo (da 0 a 10°C) per produrre bulbi di qualità, ovvero da 1 a 2 mesi. Questo è il motivo per cui i giardinieri generalmente lo piantano alla fine dell’autunno o all’inizio dell’inverno. In altre parole, per ottenere risultati soddisfacenti bisogna procedere tra ottobre e febbraio. Tuttavia, per vostra informazione, cari lettori, sappiate che alcune varietà sono adatte per la semina all’inizio della primavera.

I nostri consigli per piantare l’aglio in giardino

Coltivare l'aglio nel tuo giardino: piantare l'aglio

Piantare l’aglio nel tuo giardino – Fonte: spm

  1. Prepara il terreno: l’aglio ha bisogno di un luogo soleggiato e ben drenato per crescere. Evitate però di piantarlo in terreni acidi (con pH inferiore a 6,5).
  2. Pianta i tuoi baccelli : rompi i bulbi in baccelli singoli e, conservando la buccia, seppelliscili a una profondità di 3-4 cm sotto la superficie del terreno, con l’estremità della radice in basso e l’estremità appuntita in alto! Si prega di distanziarli di 15 cm l’uno dall’altro.
  3. Innaffia le tue piante: durante i periodi di siccità, assicurati di annaffiare bene l’aglio per favorire la crescita dei bulbi. Evitare di bagnare le foglie, poiché ciò può portare a malattie fungine. Smettere completamente di annaffiare durante le ultime settimane di crescita (fogliame giallo e bulbi ben formati).

Domande frequenti

Quanto tempo ci vuole per coltivare l’aglio?

Per coltivare l’aglio dai chiodi di garofano ci vogliono dai 6 ai 7 mesi . Se pianti gli spicchi d’aglio in pieno inverno, potrai gustarli tra giugno e agosto.

Come raccogliere l’aglio?

Se ti stai chiedendo quando è il momento giusto per raccogliere l’aglio, fai attenzione ai segnali che indicano che la tua pianta è pronta: foglie gialle o marroni e teste cadenti. Hai bisogno di sapere come raccogliere il tuo raccolto? Segui i nostri consigli:

  1. Scava con attenzione i bulbi d’aglio dal terreno usando una forca da giardinaggio.

  2. Successivamente asciugateli con cura esponendoli alla luce del sole o riponendoli in un luogo asciutto e ben ventilato. Il processo di essiccazione dura dalle 2 alle 4 settimane. Fai attenzione, se appare della muffa, usa un termoventilatore per accelerare l’asciugatura.

  3. Una volta che le foglie dell’aglio saranno diventate secche e croccanti, tagliate i bulbi e conservateli in un luogo asciutto in modo che si conservino per diversi mesi.

Leave a Comment