Pomodoro : in vaso o in terra

Un buon raccolto inizia con una semina ottimale. Ecco alcuni consigli per piantare i tuoi pomodori all’aperto… E far arrossire d’invidia i tuoi amici giardinieri !

Quando e dove piantare i pomodori

  • Verso metà maggio, o dopo le ultime gelate primaverili, è il momento di piantare i pomodori all’aperto.
  • Scegli una posizione soleggiata,  con almeno 6-8 ore di luce solare e riparata dal vento.
  • Acclimata le tue piante portandole all’aperto, prima per alcune ore, poi un po’ più a lungo ogni giorno.

In piena terra

I pomodori prediligono terreni ricchi di humus, leggeri e ben drenati, possibilmente ammendati prima della messa a dimora. Piantateli in giardino o integrateli nelle vostre aiuole. Sono molto decorativi.

  1. Scava delle belle buche. Lasciare da 50 a 60 cm tra ogni pianta.
  2. Metti due buone palate di compost sul fondo di ogni buca.
  3. Innaffiare abbondantemente.
  4. Posiziona la pianta sul fondo della buca e seppellisci fino a metà della pianta. Il pomodoro ha la particolarità di sviluppare radici lungo tutto il fusto quando viene interrato.
  5. Innaffiare nuovamente abbondantemente, senza bagnare le foglie.
  6. Se sulla tua pianta sono presenti fiori o frutti, rimuovili prima per favorire lo sviluppo delle radici.
  7. Aggiungi da 5 a 10 cm di pacciame alla base della pianta per mantenere l’umidità del terreno.
  8. Piantare un paletto alto 1,5 m, precedentemente disinfettato, per sostenere le piante.
  9. Se i pomodori vengono piantati in fila, lasciare uno spazio di 80 cm tra le file.
  10. Se li pianti in giardino, sappi che fanno un buon vicino con carote, sedano, cetrioli, cipolla, aglio, peperoni, asparagi, ravanelli, menta, basilico, prezzemolo, salvia, timo e rosmarino. Evitare di piantarli vicino a cavoli, finocchi, mais, barbabietole, piselli e patate.

Pentola

I pomodori, che amano i terreni caldi, si coltivano molto bene in vaso, anche sui piccoli balconi. Di solito sono più riparati dal vento e più caldi. Per questo tipo di coltura privilegiare varietà dal portamento determinato, cespuglioso e compatto. È sufficiente un contenitore da 60 litri. Le varietà a portamento indeterminato, più vigorose e alte, necessitano di una quantità di terreno superiore a quella che un vaso può fornire.

  • Vaso in terracotta o plastica : Scegliete preferibilmente vasi di colore scuro. Attireranno il sole e il substrato sarà più caldo. Assicurarsi che il fondo sia forato per consentire il deflusso dell’acqua.
  • Contenitore con riserva d’acqua e camino : Questi contenitori sono ideali per coltivare piante che necessitano di molta acqua, come i pomodori. La loro riserva d’acqua ti permette di dimenticare l’irrigazione… O di sopravvivere alle ondate di caldo.
  • Smart pot : Lo Smart pot è un sacchetto geotessile che ti permette di coltivare qualsiasi cosa, ovunque. Essendo un tessuto, il terreno è aerato e le radici respirano. Lo Smart pot favorisce un migliore sviluppo delle radici.
  1. Innaffia accuratamente la zolla radicale delle tue piante.
  2. Lavare e disinfettare i vasi.
  3. Nei vasi di terracotta o di plastica disporre sul fondo un letto di ghiaia per il drenaggio. I serbatoi di riserva idrica e lo Smart pot non ne hanno bisogno.
  4. Poiché i pomodori sono affamati di sostanze nutritive, riempi il vaso con una miscela di terriccio ricco e compost.
  5. Fai un buco profondo nel terriccio, aggiungi una manciata di fertilizzante “speciale pomodoro” sul fondo del buco e posiziona la pianta lì con un’angolazione tale da coprire buona parte del fusto. Seppellire. Pianta solo una pianta per vaso.
  6. Innaffiare abbondantemente.
  7. Se sulla tua pianta sono presenti fiori o frutti, rimuovili prima per favorire lo sviluppo delle radici.
  8. Installa il tutor.
  9. Per un vaso pieno, pianta alcune piante aromatiche o calendule insieme alla pianta di pomodoro. Si dice che il basilico esalti il ​​sapore dei pomodori.

Leave a Comment